Nei primi 6 mesi del 2016 si è registrata una crescita degli ebook del 54,4% con ben 41.538 titoli, a comunicarlo è il presidente dell’Associazione Italiana Editori, Federico Motta, durante la fiera del libro svoltasi a Francoforte lo scorso ottobre.
Ciò che è emerso è un aumento dell’offerta digitale: nel 2015 l’ebook ha raggiunto un valore di 51 milioni di euro, il 25,9% in più rispetto al 2013, dato confermato anche nel 2016.

Tuttavia in Italia si predilige l’uso degli ebook per i libri più semplici, mentre per i romanzi ed i libri più complessi il cartaceo prevale registrando un aumento dell’1,6%.
Gli editori cercano di ampliare le vendite proponendo libri sia in versione digitale che cartacea ma le librerie si confermano come il luogo preferito dove comprare libri.

Si è sempre pensato che i social media e le nuove tecnologie avrebbero portato alla riduzione dei libri stampati, ma le ricerche hanno dimostrato il contrario.
Soprattutto in America, il business dei libri rimane un mercato di grande ricavo, o meglio, il mercato dominante: solo nel 2009 la vendita dei libri cartacei ha prodotto circa 15 miliardi di dollari e solamente il 6% dei lettori è passata alla versione digitale.

Ma quale formato scegliere? Scopriamo insieme le caratteristiche dei libri cartacei e degli ebook.

EBOOK: senza dubbio un vantaggio degli ebook è la praticità, ha dimensioni piccole e può contenere una grande quantità di libri. Inoltre si può leggere anche al buio e con l’uso di una sola mano. La grafica dell’ebook simula enormemente la carta e si può impostare il font del carattere e la dimensione, utile per chi ha problemi di vista. Se poi si incontra un termine di cui non si conosce il significato basta sottolinearlo e subito si apre il vocabolario. Anche la condivisione di una frase sui social è immediata e si possono salvare le citazioni preferite in una particolare sezione.
Acquistare poi è semplicissimo, basta un semplice click nello shop.

LIBRO CARTACEO: uno dei vantaggi, o se vogliamo chiamarlo piacere, dei libri cartacei è la percezione visiva e tattile, possiamo sfogliare le pagine, ammirare la copertina ed utilizzare un segnalibro che fa riferimento al punto della lettura a cui siamo arrivati. Avere un libro tra le mani ci dà una sensazione di benessere, ci dà l’idea di avere la storia concreta tra le dita e poi, vogliamo parlare del profumo della carta? Dunque il libro cartaceo è per i più romantici, per chi ama trascorrere del tempo nelle librerie alla ricerca del volume giusto anche solo guardando la copertina, per chi vuole avere gli scaffali pieni, anche impolverati. Infine il privilegio di scrivere una dedica quando lo regaliamo ai nostri cari.