Europa per i Cittadini è un Programma europeo che nasce con l’obiettivo di avvicinare i cittadini all’UE, colmando la distanza che talvolta viene percepita da questi ultimi nei confronti delle istituzioni europee. A tal fine, il Programma supporta economicamente le organizzazioni che svolgono attività nei settori ad esso attinenti e co-finanzia progetti volti al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Sul sito dell’Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA) sono state pubblicate le nuove scadenze del Programma Europa per i Cittadini per il 2019-2020.

 

La Commissione Europea DG – Immigration è responsabile dell’attuazione del Programma: ne stabilisce il bilancio, le priorità, gli obiettivi e definisce i criteri di selezione dei progetti. Per l’attuazione pratica della maggior parte delle azioni del Programma, la Commissione si avvale dell’Agenzia EACEA.

Il Programma Europa per i Cittadini 2014-2020 si inserisce nel percorso tracciato dalla precedente programmazione 2007-2013, che ha riscosso particolare successo sia a livello europeo che nazionale.

 

Obiettivi generali e specifici del programma

Il Programma persegue due obiettivi generali:

  • contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione Europea e della diversità culturale che la caratterizza;
  • promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione Europea.

Prevede inoltre il raggiungimento di due obiettivi specifici:

  • sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell’Unione Europea, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti;
  • incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello di Unione, permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell’Unione e creando condizioni adeguate per favorire l’impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.

 

Priorità del Programma

Per quanto riguarda le Priorità, Europa per i Cittadini si articola in due filoni, o Strand, ognuno dei quali prevede alcune priorità:

LoStrand 1 – Memoria Europeapromuove progetti di riflessione sui regimi totalitari nella storia  europea e la commemorazione delle loro vittime e progetti riguardanti altri avvenimenti fondamentali della recente storia europea.

Si articola in tre priorità generali, valide per tutti gli anni:

  1. ANTISEMITISMO, ANTIZIGANISMO, XENOFOBIA, OMOFOBIA E ALTRE FORME DI INTOLLERANZA: TRARRE UNA LEZIONE PER OGGI
  2. SOCIETÀ CIVILE E PARTECIPAZIONE CIVICA SOTTO I REGIMI TOTALITARI
  3. TRANSIZIONE DEMOCRATICA E ADESIONE ALL’UNIONE EUROPEA

E altre priorità specifiche previste per ciascun anno che riguardano la commemorazione di importanti fatti storici nella storia europea.

Lo Strand 2 – Impegno democratico e partecipazione civica racchiude al suo interno tre Bandi (“Gemellaggio fra città”, “Reti di città”e “Progetti della Società Civile”) e prevede le seguenti priorità:

  1. LOTTARE CONTRO LA STIGMATIZZAZIONE DEGLI “IMMIGRATI” E COSTRUIRE CONTRO-NARRAZIONI PER INCORAGGIARE IL DIALOGO E LA COMPRENSIONE RECIPROCA
  2. DIBATTITO SUL FUTURO DELL’EUROPA E SULLA SFIDA RAPPRESENTATA DALL’EUROSCETTICISMO
  3. ANNO EUROPEO DEL PATRIMONO CULTURALE

 

Tutti i progetti presentati dovrebbero quindi sviluppare una delle priorità tematiche indicate all’interno dello Strand di riferimento.

Possono partecipare al Programma “Europa per i Cittadini 2014-2020” i 28 Stati Membri dell’Unione Europea. Hanno inoltre sottoscritto uno specifico Memorandum of Understanding per la partecipazione al Programma, e rientrano quindi tra i paesi eleggibili, i seguenti Stati: Albania, Montenegro, Serbia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Bosnia Erzegovina.
Scadenze per la presentazione dei progetti:

 

Strand 1 – Memoria Europea

Scadenza: 1° Febbraio

Strand 2 – Impegno democratico e partecipazione civica

Gemellaggio fra città

Scadenza: 1° Febbraio – 1° Settembre

Reti di città
Scadenza: 1° Marzo – 1° Settembre

Progetti della Società Civile

Scadenza: 1° Settembre

 

Per saperne di più:

Programma Europa per in Cittadini

EACEA – Europe for Citizens