Il tuo carrello è vuoto!
Vedi Carrello Checkout
Subtotale Carrello: 0,00

COS’È IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE OPERANTI NEI 15 COMUNI DEL LAZIO NELL’AREA DEL CRATERE SISMICO?

La Regione Lazio mira a sostenere il recupero della produttività delle imprese operanti nell’Area del Cratere Sismico, attraverso l’agevolazione di investimenti produttivi per il rilancio delle microimprese danneggiate, e al contempo con il sostegno di nuovi investimenti anche di microimprese di nuova costituzione, favorendo la riqualificazione produttiva dell’area.

Può essere richiesta dalle microimprese (compresi i liberi professionisti) con sede operativa nei 15 Comuni del “Cratere sismico”. Scopri gratuitamente se puoi richiedere il contributo!

Chiedi un consulto gratuito

A QUANTO AMMONTANO LE AGEVOLAZIONI 

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto.

L’intensità di aiuto è pari all’80% delle spese effettivamente sostenute e rendicontate.

L’importo massimo del contributo è pari a 20.000 euro (15.000 euro per le imprese agricole).

L’importo minimo del progetto agevolabile è pari a 4.000 euro.

L’Aiuto è riconosciuto in base al regime “de minimis” (REG (UE) 1407/2014 – REG (UE) 1408/2014).

CHI PUO’ RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE?

Microimprese, inclusi i Liberi Professionisti:

  • che alla data del 24 agosto 2016 operavano nell’Area del Cratere Sismico;
  • che hanno avviato l’operatività nell’area del Cratere Sismico successivamente alla data del 24 agosto 2016 e che alla data di presentazione della domanda operano nell’Area del Cratere Sismico;
  • che intendono avviare o riavviare l’operatività, al massimo entro la prima richiesta di erogazione, nell’Area del Cratere Sismico, purché alla data di presentazione della domanda siano costituite e iscritte al Registro delle Imprese ovvero, se Liberi Professionisti, siano titolari di Partita IVA.

Sono escluse le imprese operanti nei settori della pesca e dell’acquacoltura e nei settori considerati non etici, puntualmente individuati nell’Avviso.

La Regione Lazio intende sostenere il recupero della produttività delle imprese operanti nei seguenti comuni: Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Castel Sant’Angelo, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Posta, Cantalice, Cittaducale, Poggio Bustone, Rieti e Rivodutri.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo le spese connesse al progetto, sostenute a partire dal 6 aprile 2017  e rientranti nelle seguenti tipologie:

  • investimenti materiali e immateriali
  • consulenze, entro il massimo del 20% delle spese sostenute

Sono ammessi i servizi di consulenza specialistica relativi alla predisposizione della richiesta e del progetto (business plan), per un importo non superiore a 500 euro. Sono inoltre ammissibili i costi sostenuti per ottenere la fideiussione, necessaria all’erogazione dell’anticipo eventualmente richiesto.

Verifica gratuitamente i tuoi requisiti con TIA

TIA FORNISCE GRATUITAMENTE LA CONSULENZA INIZIALE E LA VERIFICA DEI TUOI REQUISITI

Forniamo inoltre una serie di servizi correlati allo sviluppo del tuo progetto, grazie a un team di professionisti specializzato in ogni settore.

Chiedi un consulto gratuito

MODALITÀ DI EROGAZIONE

Le erogazioni saranno effettuate dietro presentazione di rendicontazione, a saldo, delle spese ammesse in sede di istruttoria ed effettivamente sostenute.

L’erogazione del contributo avviene dietro presentazione di fatture di spesa quietanzate. È possibile presentare, in sede di rendicontazione, fino a 5 fatture non quietanzate. Tali fatture saranno saldate da Lazio Innova direttamente al fornitore, previo pagamento – da parte del beneficiario – dell’IVA e della quota del 20% dell’imponibile non coperta da contributo, nonché delle eventuali spese non relative al progetto ammesso, eventualmente indicate nelle fatture stesse.

È inoltre possibile ottenere una anticipazione (da un minimo del 20% e fino al 100% del contributo concesso) a fronte di fideiussione a copertura dell’importo erogato a titolo di anticipo.

ENTRO QUANDO DEVO PRESENTARE DOMANDA?

La presentazione delle domande avviene con procedura “a sportello”, per via telematica, mediante 2 distinte operazioni:

  1. Dalle ore 12 del 6 giugno 2017 le imprese possono accedere al portale GeCoWEB per la compilazione del Formulario e il caricamento degli allegati previsti nell’Avviso. Al termine della procedura (finalizzazione) il sistema genera un file contenente la DOMANDA.
  2. La DOMANDA deve essere sottoscritta con firma digitale e inviata via PEC, a partire dalle ore 9 del 3 luglio 2017 e comunque entro 30 giorni dalla finalizzazione del Formulario, a: incentivi@pec.lazioinnova.it.

L’assegnazione delle risorse sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di invio della PEC di trasmissione della DOMANDA.

Scrivici, ti contatteremo al più presto per fornirti la nostra consulenza

Tel:  Lun – Ven 10:00/18:00

+39 331 824 7773

Whatsapp:  Lun – Ven 10:00/18:00

+39 331 824 7773

Mail

info@tia-org.eu

TIA-ORG fornisce inoltre un supporto sulla COMUNICAZIONE per: 

Creazione Siti Web

Contenuti digitali per Siti Web e Social Network

Contenuti digitali per eBook e Carta Stampata

Elaborazione contenuti digitali per presentazioni

Ufficio Stampa

Creazione di App

Creazione loghi enti e persone

Video e Montaggio Spot e Trailer

Pec

Firma Digitale

Marca temporale

Fideiussioni assicurative

MAGGIORI INFORMAZIONI

Acquista PEC e FIRMA DIGITALE

Acquista ora