Steve Jobs nasce nel 1955 in California, figlio di madre svizzera e padre siriano, viene dato in adozione appena nato.

Etichettato fin dall’infanzia come un ragazzino ribelle e con il rifiuto per lo studio, cresce con una creatività che lo spinge a lavorare senza sosta. Studente alla facoltà di Informatica, Steve Jobs dopo sei mesi decide quindi di abbandonare gli studi per inoltrarsi nel mondo lavorativo. Il campo della tecnologia è ciò che lo affascina, progetta infatti videogame alla Atari. Grazie ai primi ricavi decide di trasferirsi in India, all’insegna del viaggio e della scoperta.

Al suo ritorno, muove i primi passi verso la strada che lo avrebbe portato al successo, fonda la “Apple”.

L’idea geniale è quella di consentire l’accesso al computer a milioni di persone, farne un uso quotidiano. Nascono così i primi modelli di computer che non soddisfano del tutto però l’ideatore. Steve Jobs vuole perfezionare anche la grafica, computer sì belli fuori, ma anche dentro. Ed ecco comparire il Macintosh, con mouse e interfaccia grafica a disposizione dell’utente, per muoversi tra i programmi.

Non tutto però fila liscio, Steve abbandona la Apple a causa di contrasti con l’amministratore ma non si arrende, ritorna poco dopo con il ruolo di CEO, creando un computer con monitor e hardware incorporati e sviluppando in seguito un lettore di file musicale ultra sottile, il noto iPod.
La sua creatività non si arresta e la Apple raggiunge l’apice del successo nel 2006 con il lancio dell’iPhone, un prodotto unico ed innovativo, un telefono completamente touch in grado di navigare in internet, scattare fotografie e girare video, ascoltare musica e tanto altro.
Infine, nel 2010, la sua ultima creazione: l’iPad, una tavoletta per navigare in Internet. Muore nel 2011 all’età di 56 anni dopo una lunga lotta contro il
cancro.

Steve Jobs ha dimostrato che seguendo la propria passione ed utilizzando il proprio talento si può pensare (e realizzare) in grande, si può creare la propria occasione, non aspettarla. Da bambino incompreso a genio compreso il suo punto di forza è stata la determinazione, la voglia di seguire le proprie passioni. Perché le difficoltà della vita non sono ostacoli, ma stimoli a non mollare.

Da un suo noto discorso nel 2005 Jobs ha lasciato in eredità un grande insegnamento e stimolo: “Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e le vostre intuizioni. Cuore e intuizioni sanno già, in qualche modo, quel che volete diventare”.